Come vendere un diamante

Chi possiede un diamante, sia da investimento che incastonato in un gioiello, sa di possedere un piccolo tesoro perché in caso di necessità queste pietre preziose sono facilmente trasformabili in denaro contante. Vendere bene un diamante, però, è tutta un’altra questione. Ecco, allora, qualche consiglio per non sbagliare e realizzare il guadagno maggiore.

Come vendere diamanti usati o certificati
Sulle migliori condizioni per vendere diamanti usati c’è da sempre un aspro confronto: alcuni dicono che è meglio separare l’oro dalla pietra, altri consigliano invece di vendere il diamante ancora incastonato nel gioiello. Non si può fare un discorso generalizzato ma valutare caso per caso. Se il gioiello è di un brand famoso e conosciuto sul mercato, allora è consigliabile lasciarlo così come è perché si può realizzare una cifra più alta ma se il gioiello è anonimo e l’oro di buona qualità allora sicuramente separarli può essere una buona idea. Un privato che vende un diamante avrà sicuramente maggiori possibilità se si tratta di una pietra certificata purché ovviamente la documentazione sia stata realizzata da enti riconosciuti come GIA, HRD oppure IGI. In caso contrario, infatti, la documentazione potrebbe non avere alcun valore per il mercato. In ogni caso l’aiuto di un esperto potrebbe rivelarsi fondamentale non solo per la valutazione della pietra ma anche per la sua eventuale estrazione dall’incastonatura: con il fai da te, infatti, si rischia di rovinare il diamante, graffiarlo o addirittura romperlo.

A cosa prestare attenzione per la vendita dei diamanti
I diamanti, per quanto siano pietre molto resistenti, non sono comunque indistruttibili quindi nel corso del tempo potrebbero aver subito delle modifiche che sono successive all’ultima perizia gemmologica effettuata. Per questo motivo è indispensabile procedere ad un’attenta valutazione della pietra per poterne conoscere l’effettivo valore. I diamanti certificati sono già accompagnati da un documento che ne testimonia alcuni aspetti fondamentali come quelli che sono classificati dalle quattro C: colore, carato, taglio e brillantezza. Per riuscire a valutare questi aspetti, però, bisogna essere professionisti del settore e disporre di una serie di strumenti che aiutano nella quantificazione della purezza e del valore della pietra. Purtroppo non tutte le certificazioni sono valide allo stesso modo e soprattutto quelle molto vecchie, degli anni Settanta o Ottanta, potrebbero non essere più valide e riportare dati molto differenti se rifatte oggi, anche se a realizzare è lo stesso laboratorio di tanti anni prima. L’azione del tempo, infatti, esercita un’influenza non da poco sui materiali di ogni tipo, anche uno molto resistente come il diamante.

A chi rivolgersi per vendere un diamante usato
Per avere una precisa certificazione dei diamanti, che sia propedeutica o meno alla loro vendita, è necessario rivolgersi a specialisti del settore che sappiano come analizzare e cosa valutare. In caso di vendita di una pietra preziosa può essere sufficiente anche una semplice perizia gemmologica, senza il rilascio della documentazione, per avere la certezza che la pietra venga pagata ad un prezzo inferiore. Il rischio con la vendita dei diamanti usati, infatti, è quello di non riuscire a guadagnare la giusta cifra perché la valutazione ricevuta è troppo bassa. Questo può accadere quando ci si rivolge a quei compro oro che si improvvisano anche compro diamanti oppure a quei rivenditori all’ingrosso che trovano convenienza solo nell’acquistare le pietre al 50% della loro valutazione reale. È importante, allora, scegliere un operatore serio, competente e professionale che possa offrire molti servizi aggiuntivi come le perizie, la consulenza gemmologica e molto altro. Un operatore che risponde a queste caratteristiche è IGR Diamanti Roma, da oltre dieci anni sul mercato, vero e proprio punto di riferimento a Roma e non solo.

Perché scegliere IGR Diamanti Roma
Ma perché rivolgersi proprio a questa società? Per vendere un diamante certificato o meno non c’è un operatore più serio ma soprattutto più competente sul mercato. IGR, infatti, da alcuni anni ha scelto di avere un proprio istituto gemmologico al suo interno per garantire ai clienti la possibilità di avere degli esperti al proprio fianco. Tanti sono i servizi che l’istituto di gemmologia può offrire alla sua clientela come le perizie gemmologiche ma anche una consulenza di investimento, ad esempio per individuare la pietra migliore da acquistare non solo per un gioiello ma anche come investimento puro. Si occupa, poi, di analisi e certificazione sia di diamanti che gemme colorate, al fine di appurarne qualità e valore. Sia per una valutazione “a vista” che per ricerche più approfondite è consigliabile richiedere un appuntamento, così da avere a propria disposizione una guida sicura per muoversi in questo modo così affascinante ma anche estremamente complesso. Infine IGR si occupa anche dell’acquisto diretto di diamanti usati con pagamento in contante o con una permuta.