Acquistare diamanti certificati

Vendere diamanti è di certo un affare molto ricercato dagli investitori, ma proprio perché si tratta di un investimento, è necessario prima essere certi di aver acquistato un prodotto certificato e di alta qualità, meglio ancora poi se a prezzi concorrenziali. È quello che è possibile fare affidandosi a ‘Diamanti Anversa‘.

Comprare e vendere diamanti a Roma
La prima regola di un buon investimento è acquistare un prodotto certificato e di alto livello, e i diamanti in questo non fanno eccezione. Al contrario, i diamanti certificati rappresentano l’espressione massima di questo principio.
Chi si trovasse a Roma e volesse fare quindi un affare, dovrebbe visitare il team di gemmologi dei Diamanti Anversa.
Il primo vantaggio sarebbe quello di acquistare diamanti top selection tutti certificati, requisito fondamentale per poi rivenderli.
La sicurezza dell’acquisto sta nel fatto che i gemmologi professionisti hanno conseguito il diploma GIA (Istituto Gemmologico Americano) e dell’Istituto Gemmologico Italiano (IGI), nonché dell’Alto Consiglio del Diamante (HRD), e lavorano nel settore da tanti anni, potendo quindi guidare l’investitore nella scelta del diamante più adatto alle sue necessità, sia che si tratti di un dono prezioso, sia che si tratti di un investimento a lungo o medio termine.
Presso Diamanti Aversa si potranno anche progettare e far disegnare delle gemme ad hoc, che potranno poi essere usate anche per la vendita diamanti certificati online.

Perché scegliere i Diamanti Aversa
Fondamentalmente per due motivi.
Il primo è la qualità del diamante, ed il secondo è il risparmio.
Diamanti Anversa permette la coniugazione di questi due importanti paramenti, perché grazie all’ingrosso diamanti che caratterizza questa azienda, si ottiene un notevole risparmio sul prezzo finale, ciò che permette poi una vendita più vantaggiosa.
Tuttavia, le pietre preziose rispondono a degli elevati standard di qualità che sono imprescindibili, a cominciare proprio dalla certificazione, rilasciata dagli unici istituti autorizzati a farlo.
Tutte le pietre sono di selezione ‘top’, e nel team di esperti si annoverano anche periti in carica presso i Tribunali.
Da citare anche il fatto che Diamanti Anversa è tra i pochi operatori della Borsa dei diamanti di Anversa.

Come nasce il diamante certificato Anversa
Il processo produttivo che porta al cliente finale il diamante scelto, si compone di fasi che operano sulla pietra grezza.
Questa viene lavorata, o meglio tagliata, ad Anversa, ed una volta finita, la pietra viene certificata come di qualità superiore.
La grande rivoluzione dei Diamanti Anversa, che è poi diventata anche la sua mission, è stata quella di bypassare la vendita alle gioiellerie, per rivolgersi direttamente al cliente finale, mantenendo però lo stesso prezzo all’ingrosso.
In questo modo, eliminando un passaggio e un intermediario, il prezzo rimane basso ma la qualità superiore.
A giudicare dal modo in cui la clientela ha risposto nel corso degli anni sembra che questa formula sia stata davvero quella giusta.
Quindi, la formula di Diamanti Anversa è quella di presentare al cliente il modello della montatura, e poi permettere di scegliere il diamante che sarà incastonato solo in un secondo momento.
Il diamante scelto verrà desigillato solo in quell’istante, e così il cliente avrà la certezza che la certificazione sia integra.

Ricertificare un diamante: la sicurezza di affidarsi ai professionisti.
Quando si acquista un diamante a scopo investimento, l’intento è quello di venderlo, e questo può avvenire a favore di un altro cliente privato, o presso un istituto anche straniero.
Ecco perché sono necessari alcuni passaggi, che cominciano con la produzione del diamante e finiscono (o possono finire) con la ricertificazione.
Vediamo di cosa si tratta.
Quando si parla di diamanti naturali, come quelli venduti da Diamanti Anversa, si intende una pietra non sintetica di laboratorio, ma reperita in natura. Quindi, la sua prima caratteristica è quella di essere assolutamente unica, non uguale a nessun’altra pietra esistente.
Una volta che la pietra è stata lavorata dai mastri gemmologi, questa viene certificata e diventa un’ottima fonte di investimento.
Il motivo, o meglio i motivi sono molti.
Innanzitutto il valore del diamante è quello di un bene in costante crescita, cioè non deperisce mai.
Si tratta di un bene raro che quindi assume un valore aggiunto per questo.
È poi un bene che non risente di crisi economiche, tanto che viene considerato un bene ‘rifugio’, e non è tassato.
Può essere venduto in tutto il mondo, e proprio qui entra in gioco il discorso della ricertificazione.
È molto difficile che un diamante venduto all’estero non venga ricertificato prima dell’acquisto, cioè che l’acquirente non voglia essere rassicurato sulla qualità di ciò che sta per comprare.
Il certificato di Diamanti Anversa è la garanzia migliore in tal senso, ma se per ipotesi un acquirente facesse ricertificare il diamante in oggetto, la qualità che verrebbe attestata sarebbe la medesima di quella scritta sul certificato originale.